TRICOLORE XCO: AI BRAIDOT L’ARGENTO E IL BRONZO

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

CHIES D’ALPAGO. Sconfitti con l’onore delle armi, come si conviene a chi ha dato tutto e ha onorato al massimo la contesa per la maglia tricolore.  I gemelli Daniele e Luca Braidot sono stati ancora una volta sotto i riflettori del campionato italiano XCO élite, che a Chies d’Alpago li ha visti concludere rispettivamente al secondo e al terzo posto dietro a Gerhard Kerschbaumer. Un podio molto somigliante a quello di un anno fa a Pila, occupato dagli stessi atleti, ma con i due gemelli del C.S. Carabinieri – Olympia a posizioni invertite.

In un percorso da funamboli della mtb, con 1.750 metri di dislivello complessivo, gli atleti della squadra dell’Arma hanno dato spettacolo sin dalle prime pedalate.

Benché sia reduce da una lunga convalescenza, Luca ha tenuto fede al temperamento battagliero che tanto piace ai suoi tifosi, lanciandosi in un temerario attacco al terzo dei sei giri in programma. La sua azione ha fatto selezione, ma il favorito Kerschbaumer è rientrato su di lui e successivamente ha impresso un’accelerazione che gli ha permesso di involarsi da solo verso il traguardo. Luca ha pagato lo sforzo e ha perso un po’ di terreno, mentre Daniele ha proseguito con regolarità, precedendo di pochi secondi il fratello all’arrivo.

Abbiamo provato a tenere testa a Kerschbaumer, con il quale abbiamo battagliato testa a testa fino a due giri dalla fine – hanno commentato i Braidot Twins -. Nel finale però lui si è dimostrato il più forte. Un grazie a tutti i fans che sono venuti a sostenerci e anche ai nostri partners”.

La positiva prestazione collettiva del C.S. Carabinieri – Olympia si è completata con il settimo posto di Nicholas Pettinà.

La tua email › a proposito di te

PUOI ESSERE IL PRIMO A SAPERLO!

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato sulle nostre ultime e migliori offerte sui prodotti.

Newsletter