Olympia a pieni giri sui campi di gara: una stagione di successi

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Con la stagione agonistica 2021 alle battute finali, il settore corse di Cicli Olympia può tracciare un bilancio ampiamente soddisfacente. Gli atleti delle due formazioni ufficiali, il Centro Sportivo Carabinieri Olympia Vittoria e l’Olympia Factory Team, sono stati protagonisti nel cross country e nelle marathon sin dai mesi freddi, inanellando una lunga serie di apparizioni su tutti i gradini del podio.

Gli azzurri Daniele Braidot e Filippo Fontana sono gli specialisti del C.S. Carabinieri Olympia Vittoria nelle prove XC. Già a marzo Braidot ha messo a segno un successo di rilievo, imponendosi alla Mediterranean Epic. Dopo l’argento conquistato all’internazionale di Kocevje (Slovenia) e il sesto posto in Coppa del Mondo a Les Gets (Francia), al campionato italiano élite è arrivata per lui la medaglia di bronzo. Nel suo bilancio stagionale anche la Csömör Kupa in Ungheria.

Il sesto posto di Filippo Fontana al campionato del mondo U23, il settimo al campionato europeo, così come il sesto posto in Coppa del Mondo a Leogang (Austria), confermano una volta di più che il giovane biker trevigiano sa destreggiarsi fra i migliori in campo internazionale. Fontana, che è campione italiano di ciclocross, non disdegna affatto le lunghe distanze, come stanno a dimostrare le granfondo finite nel suo palmarès, fra le quali la Troi Trek e quella di Faè di Oderzo.

Il 2021 ha portato in casa Olympia due maglie di grande prestigio: si è confermata ai vertici a livello internazionale Matilde Bolzan, nuova campionessa europea di duathlon cross U23; un’altra medaglia d’oro è finita al collo di Emanuele Huez, campione italiano di XC Eliminator.

Successi a ripetizione per “maratoneta” del C.S. Carabinieri Olympia Factory, Nicholas Pettinà. Fra le sue affermazioni la Troi Trek, la Bardolino Bike, e il Memorial Alverà, oltre all’XC del Palladio e dei Colli Asolani, nel quale ha preceduto altre due Olympia, quelle di Braidot e Dei Tos.

Se la biammortizzata F1-X è la bici ufficiale della squadra dei Carabinieri, l’Olympia Factory Team gareggia su F1, la hard tail che tanti successi ha portato in casa Olympia. La formazione diretta da Marzio Deho, uomo-simbolo della mtb italiana, ha raccolto una buona messe di vittorie e piazzamenti.

La giovane Claudia Peretti, atleta in continua crescita, ha all’attivo le vittorie alla D’annunzio Bike, alla Dolomitica Brenta Bike, alla Valseriana Marathon, alla 3T Bike Marathon, alla Trentino Mtb e alla Rampiconero. Terza al campionato italiano, al debutto in nazionale si è classificata al 13° posto al campionato del mondo marathon di Capoliveri. Inoltre ha raccolto i secondi posti alla 100km dei Forti, Alta Valtellina Bike Marathon e 4 Island, con il terzo posto nella Swiss Epic e due top 5 nelle internazionali Dolomiti Superbike e Costa degli Etruschi. Andrea Righettini ha contribuito al bilancio del team con le vittorie nei XC di Laces, Misquil bike, Kardaun Trophy, XCO Legnago e Trentino Mtb, con i secondi posti in gare di prestigio come 100 Km dei Forti, SouthGarda Bike, Dolomitica Brenta Bike e 3T Bike Marathon. Stefano Dal Grande ha debuttato in maglia verde fluo a metà di maggio. Ad Adro si è aggiudicato la Gf Terre di Franciacorta ed è giunto secondo alla Rampiconero. Roberto Baccanelli, secondo alla Gf Terre di Franciacorta, ha ottenuto il terzo posto al Tour de Gnard e altri piazzamenti di vertice alla Valseriana Marathon e alla Bardolino Marathon. Andrea Dei Tos si è imposto nel XC del Vajo, nel campionato regionale Veneto e nella Veneto Cup XC.

Olympia sugli scudi anche nelle giovanili: merito di Mattia Stenico della Polisportiva Oltrefersina, vincitore su F1 del campionato italiano Allievi.

La tua email › a proposito di te

PUOI ESSERE IL PRIMO A SAPERLO!

Iscriviti alla nostra newsletter e resta aggiornato sulle nostre ultime e migliori offerte sui prodotti.

Newsletter